Formazione + informazione = RISULTATI

📌 Ogni giorno condivido gratuitamente con voi tantissime informazioni riguardanti azioni, certificates, news dal mondo dell’economia e della finanza.

⚠️ Una volta al mese pubblico un approfondimento, un momento di formazione oltre che di informazione.

➡️ Qual è la differenza? L’informazione ti dice cosa è successo. La formazione ti permette di interpretare ed elaborare le informazioni.

💪 Formazione e informazione ben combinate assieme ti permettono di raggiungere i risultati.

⤵️ Cosa aspetti a fare un passo in più e ampliare le tue conoscenze?

Qual è la mia strategia❓

Buon sabato a tutti!

Oggi scrivo in risposta a un’email che mi è pervenuta da un nuovo lettore qualche giorno fa. Ho pensato di fare un post perché potrebbero essere informazioni utili a tutti. In poche parole andrò a sviscerare qual è il mio approccio agli investimenti.

Ovviamente non ho la bacchetta magica e la mia strategia va bene per me e non assicuro che vada bene per tutti. Infatti, investendo in gran parte in azioni, ricordo che i mercati possono avere momenti negativi anche prolungati nel tempo e bisogna quindi essere disposti a sopportare ribassi pesanti del portafoglio.

Innanzitutto ricordo qual è il mio obiettivo: CREARE UN FLUSSO DI DIVIDENDI CRESCENTE NEL TEMPO.

Trading di profitto. Strategie operative su Forex, azioni e future: 1

Manuale dell’investitore consapevole. Incrementa e proteggi i tuoi risparmi investendo a basso rischio

Il metodo Warren Buffett. I segreti del più grande investitore del mondo

Investire For Dummies

1️⃣ La prima domanda che mi è stata fatta è come faccio ad avere un flusso di dividendi mensile, visto che gran parte delle azioni italiane distribuiscono i dividendi annualmente.

✔️ Effettivamente buona parte dei titoli staccano dividendo tra aprile e giugno (soprattutto le azioni italiane) e infatti nel report vedrai che in quei mesi ho entrate molto più alte.
Ho però anche molti ETF, certificates, obbligazioni e fondi che staccano in periodi diversi (alcuni ETF e certificates anche mensilmente). Ad esempio molti ETF staccano trimestralmente, alcune azioni semestralmente (Eni, Enel, Terna, Snam, ASTM,…), quindi al fine ogni mese ho entrate di almeno 200 euro.

Trading di profitto. Strategie operative su Forex, azioni e future: 1

Manuale dell’investitore consapevole. Incrementa e proteggi i tuoi risparmi investendo a basso rischio

Il metodo Warren Buffett. I segreti del più grande investitore del mondo

Investire For Dummies

2️⃣ La seconda domanda riguarda come penso di impiegare i dividendi che vengono accreditati ogni mese. Li reinvesto o li utilizzo per vivere?

✔️ Attualmente li reinvesto. Nello specifico mi piace riprendere una delle massime di Warren Buffett, ovvero “Spendi quello che non risparmi, non risparmiare quello che non spendi”. Ogni mese, quando ricevo lo stipendio, mi do un budget di spesa e lascio quella somma sul conto corrente. La differenza va a finire sul conto riservato agli investimenti. Quindi ogni mese posso investire un importo che è dato dalla somma dei dividendi accumulati nel mese più una parte dello stipendio.

L’obiettivo è arrivare ad avere una rendita tale che, un giorno, mi possa permettere di ritirarmi dal lavoro.

Trading di profitto. Strategie operative su Forex, azioni e future: 1

Manuale dell’investitore consapevole. Incrementa e proteggi i tuoi risparmi investendo a basso rischio

Il metodo Warren Buffett. I segreti del più grande investitore del mondo

Investire For Dummies

3️⃣ Terza domanda, la cui risposta ha un taglio in parte tecnico, in parte comportamentale: “i titoli li hai selezionati solo per il loro dividendo o hai anche fatto un’analisi tecnica sul prezzo del titolo e un’analisi fondamentale della società?

✔️ Esistono studi contrastanti. C’è chi sostiene che comprando l’indice azionario mondiale si ottengono i risultati migliori, che invece dimostra che i titoli ad alto dividendo hanno sempre sovraperformato.

Penso che non esista una risposta univoca, dipende dai periodi considerati nello studio. In linea generale si può dire che i titoli ad alto dividendo hanno minore volatilità, quindi reggono meglio nei periodi negativi e sono meno reattivi nei cicli favorevoli.

Detto questo e detto che non faccio analisi tecnica, la mia strategia prevede l’entrata per piccoli importi in maniera costante, come se facessi un piano d’accumulo. Attraverso l’acquisto di fondi e ETF ho un’ampia diversificazione settoriale e geografica. Spesso però non resisto alla tentazione dello stock picking, ovvero all’acquisto di singole azioni. In questo caso il rischio di errore è più alto: qualche cantonata l’ho presa, ma ho avuto anche ottime soddisfazioni.

Quando compro una singola azione guardo i fondamentali (rapporto prezzo/utile, indebitamento, leadership sul mercato, …) e ovviamente il dividend yield. Ma la percentuale del dividendo deve essere a sua volta analizzata: bisogna vedere se in passato è sempre stato distribuito, se è stabile o in crescita, se è sostenibile in rapporto agli utili. Non deve interessare un’azione che offre un dividendo del 10% il primo anno ma che poi potrebbe essere tagliato o sospeso, oppure un dividendo superiore degli utili (in questo secondo potrebbe voler dire che per staccare quel dividendo l’azienda si deve indebitare o erodere capitale sociale o riserve).

⌚️ Le cose da scrivere sarebbero tantissime ancora, ma vi ruberei ancora tempo. Aspetto le vostre domande e le vostre richieste di approfondimento alle quali rispondere nei prossimi post.

A presto!

👍 Creare un portafoglio resistente alla crisi con Etf e fondi ➡️ Oro azioni obbligazioni

👍 Creare un portafoglio resistente alla crisi con Etf e fondi ➡️ Oro azioni obbligazioni

Draghi: un governo che rinnova la fiducia nelle banche italiane

Spread a 10 anni tra BTP e Bund tedeschi sotto i 100 punti base, al livello più basso dal 2015 dopo la nomina di Mario Draghi a presidente del Consiglio italiano.
Secondo l’analisi di Piergiacomo Braganti, director, research di WisdomTree agli investitori è tornato l’interesse per le banche italiane. 
 
“I mercati finanziari hanno un chiaro ricordo del ruolo decisivo che ha avuto, come presidente della BCE, nell’autunno 2011, quando il Quantitative Easing ha immediatamente spento l’allarme sui titoli di Stato italiani. Il successivo lancio, a partire dal 2012, di politiche monetarie innovative come il rifinanziamento a lungo termine e i tassi zero o negativi (es. TLTRO) ha aiutato Roma a sostenere il suo debito e le banche italiane a smaltire più facilmente i loro crediti deteriorati. Mario Draghi dovrà lavorare per un uso efficace e tempestivo del Recovery Fund e attuare diverse riforme strutturali. Gli investitori ritengono che abbia l’esperienza, la credibilità e l’autorità per gestire al meglio l’implementazione di questo processo che, direttamente e indirettamente, avrà un effetto positivo sulle banche italiane” spiega l’esperto.
 
I motivi sono in questo caso diversi.  Da una parte secondo Braganti c’è la progettazione e l’implementazione del Ricovery Plan che dovrebbe avvenire con il coinvolgimento delle banche e dei risparmi delle famiglie, che sono cresciuti ulteriormente durante la pandemia.
“Se a breve termine è ragionevole pensare ad un’estensione delle attuali garanzie statali, a medio termine il governo potrebbe favorire la trasformazione dei debiti in capitale sociale, con il coinvolgimento primario delle banche commerciali” ma non solo “L’esperienza di Draghi nel settore del credito dovrebbe inoltre indurre il nuovo Governo ad attuare misure che facilitino la trasmissione della politica monetaria alle imprese e alle famiglie e lo smaltimento dei crediti deteriorati” prosegue ancora lo specialista di WisdomTree.
“Il Governo Draghi dovrebbe spingere alle fusioni per aumentare la concentrazione nel settore, come ha fatto dai tempi della BCE. La credibilità del nuovo esecutivo potrebbe migliorare la capacità di dialogo e negoziazione dell’Italia con i partner europei, soprattutto quando le regole fiscali e di stabilità del settore creditizio, oggi in qualche modo attenuate o sospese, dovranno essere riattivate e riformulate”.
 
Infine Braganti conclude spiegando che: “Alcune banche italiane sono pronte a pagare i vecchi dividendi, approvati e non pagati, quando saranno rimosse le restrizioni stabilite dalla BCE, valide fino al 30 settembre 2021. Questo potrebbe accadere nel 4° trimestre di quest’anno”.
— Leggi su www.advisoronline.it/asset-manager/gestori-e-mercati-finanziari/59193-draghi-un-governo-che-rinnova-la-fiducia-nelle-banche-italiane1.action

Quindici società che premiano gli azionisti con un aumento

Rivedo l’elenco degli aumenti dei dividendi come parte del mio processo di monitoraggio. Questo processo mi aiuta a rivedere come stanno andando le aziende che possiedo. Mi aiuta anche a identificare le aziende per ulteriori ricerche.

Per questa recensione settimanale, tendo a concentrare la mia attenzione sulle società con almeno dieci anni di storia di aumenti annuali dei dividendi, che hanno anche raccolto dividendi la scorsa settimana. Fornisci una rapida panoramica di ogni società che include l’importo dell’aumento di dividendo più recente e lo confronta con il suo recente record storico. Rivedo anche la striscia di aumenti annuali dei dividendi e rivedo gli utili e le informazioni sulla valutazione.

Nell’ultima settimana ci sono state quindici società che hanno raccolto dividendi e hanno una storia decennale di aumenti annuali dei dividendi. Le società includono:

La Coca-Cola Company (KO) è una società di bevande che produce, commercializza e vende varie bevande analcoliche in tutto il mondo.

Coca-Cola ha fatto un rialzo del dividendo trimestrale del 2,43% a 42 centesimi/azione. Ciò ha segnato il 59 ° anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi per questo re dei dividendi. Nell’ultimo decennio, la società è riuscita a far crescere i dividendi a un tasso annualizzato del 6,40%.

La società dovrebbe guadagnare $ 2.14 / azione nel 2021.

Il titolo non è economico a 23,69 volte gli utili a termine, data la mancanza di crescita degli utili e il rallentamento della crescita dei dividendi. Offre un rendimento da dividendo del 3,31%, ma il payout ratio è alto al 78,50%.

(WMT) si impegna nelle operazioni di vendita al dettaglio e all’ingrosso in vari formati in tutto il mondo. La società opera in tre segmenti: Walmart U.S., Walmart International e Sam’s Club.

Wal-Mart ha fatto un rialzo del dividendo trimestrale dell’1,85% a 55 centesimi/azione. Ciò ha segnato il 48° anno consecutivo di aumenti dei dividendi per questo aristocratico dei dividendi. Ha anche segnato l’ottavo anno consecutivo di aumenti dei dividendi del 2% per Wal-Mart Stores. Nell’ultimo decennio, la società è riuscita a far crescere i dividendi a un tasso annualizzato del 6,20%.

La società dovrebbe guadagnare $ 5.60 / azione nel 2021

Il titolo cede 24,59 volte gli utili a termine e cede l’1,60%. Non credo che offra un buon rapporto qualità-prezzo, data l’elevata valutazione, e bassa crescita e rendimento.

La Sherwin-Williams Company (SHW) sviluppa, produce, distribuisce e vende vernici, rivestimenti e prodotti correlati a clienti professionali, industriali, commerciali e al dettaglio. Opera in tre segmenti: The Americas Group, Consumer Brands Group e Performance Coatings Group.

La società ha aumentato il dividendo trimestrale del 23,13% a 1,65 dollari per azione. Tale aumento segue i 42 anni consecutivi di aumento dei dividendi per questo aristocratico dei dividendi. La società è riuscita a far crescere i dividendi a un tasso annualizzato del 14% nell’ultimo decennio.

La società dovrebbe guadagnare 27,07/azione nel 2021.

Il titolo cede 26,85 volte gli utili a termine e cede lo 0,91%. Sarebbe bello se ci fosse un tuffo sotto $ 600 / azione per questa noiosa azienda di vernici.

Nestle S.A. (NSRGY) opera come azienda alimentare e delle bevande. L’azienda opera attraverso Zone Europe, Middle East e Nord Africa; Zone Americhe; Zona Asia, Oceania e Africa subsahariana; e segmenti Nestle Waters.

La società ha aumentato il dividendo annuale a 2,75 franchi svizzeri per azione, con un aumento dell’1,85% rispetto al pagamento annuale precedente. Ciò ha segnato il 26° aumento annuale consecutivo dei dividendi per questo aristocratico internazionale dei dividendi. La società è riuscita a far a rialzare i dividendi a un tasso annualizzato del 3,70% /anno nell’ultimo decennio.

Il titolo cede 22,31 volte gli utili a termine e cede il 2,80%.

British American Tobacco p.l.c. (BTI) fornisce sigarette e altri prodotti del tabacco in tutto il mondo.

La società ha aumentato il dividendo trimestrale del 2,50% a 53,90 pence/azione britannica. Questo si riduce a un pagamento annualizzato di 2.156 sterline britanniche. Per riferimento, nel 2011 la società ha pagato un dividendo annuo di 1.191 sterline/azioni britanniche.

Genuine Parts Company (GPC) distribuisce parti di ricambio automobilistiche, parti e materiali industriali e prodotti commerciali negli Stati Uniti, in Canada, Messico, Australasia, Francia, Regno Unito, Germania, Polonia, Paesi Bassi e Belgio.

La società ha aumentato il dividendo trimestrale del 3,16% a 81,50 centesimi/azione. Ciò ha segnato il 65 ° anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi per questo re dei dividendi. Nell’ultimo decennio, GPC è riuscita a far crescere i dividendi a un tasso annualizzato del 6,80%.

La società dovrebbe guadagnare $ 5.72 / azione nel 2021.

Il titolo cede 17,66 volte gli utili a termine e cede il 3,23%.

(OMC) fornisce servizi pubblicitari, di marketing e di comunicazione aziendale.

La società ha aumentato il dividendo trimestrale del 7,69% a 70 centesimi/azione. Ciò segnerebbe il 12° anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi per questo. 

Nell’ultimo decennio, l’azienda è riuscita ad aumentare le distribuzioni ad un tasso annualizzato del 13,20% /anno. Il tasso di crescita dei dividendi è in calo negli ultimi anni, poiché la società ha saltato un aumento dei dividendi nel 2020. Se Omnicom non avesse raccolto dividendi nel 2021, avrebbe perso il suo track record di crescita annuale dei dividendi.

La società dovrebbe guadagnare $ 5.59 / azione nel 2021.

Il titolo cede 11,94 volte gli utili a termine e cede il 4,19%. È economico, ma l’industria pubblicitaria tradizionale sta affrontando alcuni venti contrari.

(TDS) è una società di telecomunicazioni, fornisce servizi di comunicazione negli Stati Uniti. Opera attraverso tre segmenti: U.S. Cellular, Wireline e Cable.

La società ha aumentato il dividendo trimestrale del 2,94% a 17,50 centesimi/azione. Questo è il 47° anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi per questo campione di dividendi.

L’azienda ha un tasso di crescita di 10 anni del 4,18% annualizzato.

Il titolo cede 15 volte gli utili a termine e cede il 3,45%.

(EXR) con sede a Salt Lake City, Utah, è un REIT auto-amministrato e autogestito e membro dell’S&P 500.

Il REIT ha guadagnato il dividendo trimestrale dell’11% a 1 dollari per azione. Ciò ha segnato l’11° aumento annuale consecutivo dei dividendi per questo risultato di dividendi. Extra Space Storage ha un tasso di crescita dei dividendi decennale del 24,60% annualizzato.

Il titolo viene venduto per 23,11 volte FFO e produce il 3,38%

(HUM) opera come azienda di salute e benessere negli Stati Uniti. Opera attraverso i segmenti Retail, Group e Specialty e Healthcare Services.

L’assicuratore sanitario ha fatto un aumento del dividendo trimestrale del 12% a 70 centesimi/azione. Ciò ha segnato il 10 ° anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi per questo risultato di dividendi appena coniato. Humana è riuscita a far crescere i dividendi annuali a un tasso annualizzato del 16,30% negli ultimi 5 anni.

Il titolo cede 17,55 volte gli utili a termine e cede lo 0,74%.

(ESS) è un trust di investimento immobiliare (REIT) completamente integrato che acquisisce, sviluppa, riqualizza e gestisce proprietà residenziali multifamiliari in determinati mercati della West Coast.

Questa REIT ha guadagnato i dividendi trimestrali dello 0,60% a 2,09 dollari per azione. Ciò ha segnato il 27° aumento di dividendo annuale consacrante per questo campione di dividendi. Nell’ultimo decennio, questo REIT è riuscito a raccogliere dividendi a un tasso annualizzato del 7,10%.

Il titolo cede 21,09 volte FFO e cede il 3,16%.

(XEL) genera, acquista, trasmette, distribuisce e vende elettricità. Opera attraverso regulated electric utility, regulated natural gas utility e tutti gli altri segmenti.

Xcel Energy ha aumentato il dividendo trimestrale del 6,40% a 45,75 centesimi/azione. Ciò ha segnato il 18° aumento annuale consecutivo dei dividendi per questo risultato di dividendi. Nell’ultimo decennio, l’azienda è riuscita ad aumentare le distribuzioni ad un tasso annualizzato del 5,50%.

La società dovrebbe guadagnare $ 2.98 / azione nel 2021.

Il titolo cede 20,92 volte gli utili a termine e cede il 2,94%.

(ADI) progetta, produce, testa e commercializza circuiti integrati (IC), software e sottosistemi che sfruttano tecnologie di elaborazione dei segnali analogici, a segnale misto e digitali.

La società è riuscita ad aumentare i dividendi dell’11,29% a 69 centesimi/azione. Ciò ha segnato il 19 ° anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi per questo risultato di dividendi. Nell’ultimo decennio, la società è riuscita a far crescere i dividendi a un tasso annualizzato dell’11,20%.

Analog Devices dovrebbe guadagnare $ 6.02 / azione nel 2021.

Il titolo cede 26,25 volte gli utili a termine e cede l’1,75%.

Public Service Enterprise Group Incorporated (PEG) opera come società energetica principalmente negli Stati Uniti nord-orientale e medio-atlantici. Opera attraverso due segmenti, PSE&G e PSEG Power.

La società ha aumentato il dividendo trimestrale del 4,08% a 51 centesimi/azione, segnando il decimo anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi. Nell’ultimo decennio, questa società è riuscita a far crescere i dividendi a un tasso annualizzato del 3,75%.

La società dovrebbe guadagnare $ 3.42 / azione nel 2021.

Il titolo cede 17,08 volte gli utili a termine e cede il 3,49%.

(JKHY) fornisce soluzioni tecnologiche e servizi di elaborazione dei pagamenti principalmente per le organizzazioni di servizi finanziari negli Stati Uniti.

La società ha fatto un rialzo del dividendo trimestrale del 6,98% a 46 centesimi/azione. Ciò ha segnato il 31 ° anno di aumenti annuali consecutivi dei dividendi per questo campione di dividendi. Nell’ultimo decennio è riuscita ad aumentare i dividendi trimestrali a un tasso annualizzato del 16,20%.

La società dovrebbe guadagnare $ 3.85 / azione nel 2021.

Il titolo cede 39,72 volte gli utili a termine e cede l’1,20%.

— Leggi tutto l’articolo in lingua originale su www.dividendgrowthinvestor.com/2021/02/fifteen-companies-rewarding.html

Target vs Walmart: qual è l’investimento migliore

Entrambe le aziende hanno registrato una forte crescita nell’ultimo anno, ma i guadagni di Target sono stati monumentali.
Le metriche di crescita a breve e medio termine di Target appaiono più forti; tuttavia, Walmart+ potrebbe fornire un vantaggio a lungo termine.
Mentre le operazioni dei rivenditori si sovrappongono, i loro clienti principali mostrano dati demografici diversi.
Il team di gestione di Target potrebbe essere uno dei migliori nella vendita al dettaglio.
Walmart possiede alcuni vantaggi ineguagliati dai rivali.
I miei primi due articoli per Seeking Alpha, pubblicati intorno al Natale del 2013, sono statisuWalmartInc. Sono un investitore di crescita/valore dei dividendi, così come la maggior parte di coloro che seguono il mio lavoro su SA. A volte, nel commento che segue uno dei miei pezzi, un investitore orientato alla crescita si sentirà obbligato a castigare la folla della DGI per aver perseguito azioni simili a Walmart e Target.

Quindi quali sarebbero i tuoi rendimenti se avessi investito in Target e Walmart alla fine di dicembre del 2013.

Le tue azioni WMT varrebbero circa 1,8 volte il costo iniziale, mentre un investimento in TGT è cresciuto di quasi 3,1 volte, senza includere dividendi. Una somma uguale destinata a entrambi i rivenditori ti offre un guadagno del 245%.

Un investimento in un ETF S&P 500 si sarebbe apprezzato del 213%.

Qui sta la forza di un investimento in società dominanti in crescita di dividendi.

In un mercato in cui molte azioni sono state paralizzate dal COVID, questi due rivenditori sono fioriti come attività “essenziali”.

Inoltre, entrambe le aziende hanno fatto passi da gigante nell’e-commerce e nelle arene omnicanale. Inoltre, Walmart e Target non riposano sugli allori. Ogni rivenditore è impegnato in iniziative progettate per far crescere le rispettive attività.

La domanda è: quale dei due è l’investimento migliore?

Confronto dei risultati recenti

E-commerce Comps Revenue

WMT Terzo trimestre 6,4% 5,2% 79%

Secondo trimestre 9,3% 5,6% 97%

Primo trimestre 10% 8,6% 74%

TGT Terzo trimestre 20,7% 21% 155%

Secondo trimestre 24,3% 24,7% 195%

Primo trimestre 10,8% 11,3% 141%

(Tutte le statistiche rappresentano una crescita percentuale a/a)

Dati: report trimestrali WMT e TGT

Walmart: una sfilza di iniziative

Lo scorso novembre Walmart ha annunciato la vendita della sua attività in Argentina a Grupo de Narvaez. Attivo in Argentina dal 1995, Walmart è stato il nono datore di lavoro privato in quel paese.

Walmart vende anche l’85% della sua partecipazione in Seiyu, una catena di supermercati giapponese. Dovrebbe chiudere nel primo trimestre del 2021, Walmart riceverà $ 1,6 miliardi per la sua partecipazione, ma il management prevede di prenotare una perdita correlata non di $ 2 miliardi nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2020 per l’accordo.

Negli Stati Uniti d’A, l’azienda spera di aiutare nella ripresa dal COVID-19 mentre allo stesso tempo guida il traffico pedonale. La direzione ha informato il governo federale di aver addestrato migliaia di farmacisti e tecnici di farmacia” a somministrare vaccini. L’azienda ha la capacità di fornire da 10 a 13 milioni di dosi al mese.

Ciò si integra bene con la mossa di Walmarts dello scorso ottobre di fornire un’assicurazione sanitaria e con la nascente iniziativa dell’azienda di fornire cliniche sanitarie autonome, offrendo ai pazienti una vasta gamma di servizi.

In uno sviluppo non correlato, il Wall Street Journal ha riferito che la società sta acquisendo la tecnologia e le risorse di Paper G, una società di tecnologia pubblicitaria che fa affari come Thunder Industries. L’obiettivo è quello di utilizzare il data mining per assistere gli inserzionisti nei loro sforzi per creare pubblicità digitali personalizzate. La tecnologia aiuta a indirizzare alcuni dati demografici dei clienti e offre agli inserzionisti la possibilità di valutare l’efficacia dei loro sforzi.

Ciò si basa sull’attuale attività di pubblicità digitale di Walmart e migliora la sua capacità di utilizzare i dati raccolti da miliardi di transazioni annuali al dettaglio. Il Journal afferma che, sebbene Walmart non fornisca dati finanziari sulla sua attività pubblicitaria, la direzione afferma che i ricavi da quella fonte sono raddoppiati l’anno scorso.

Il Journal è stato anche il primo a riferire su un potenziale accordo tra Walmart e Comcast(CMCSA)per vendere televisori intelligenti incorporati nel software di quest’ultima società. Progettati per competere con Roku (ROKU), i televisori potrebbero portare il marchio Walmart. Walmart avrebbe anche raccolto una percentuale dei pagamenti ricorrenti dagli spettatori utilizzando il software comcast.

Forse un’altra fonte di entrate sarà derivata dagli sforzi dell’azienda per “sviluppare e offrire soluzioni finanziarie moderne, innovative e convenienti”. Walmart collabora con Ribbit Capital per creare un nuovo fintech. Gli studi dell’FDIC hanno determinato che circa 7,1 milioni di famiglie usa non hanno un conto corrente o un conto di risparmio, ed è ragionevole credere che molte di queste persone acquistino nel loro Walmart locale. Di conseguenza, il management ritiene che questa sia un’opportunità privilegiata.

Nel suo sforzo di migliorare la sua portata omnicanale, l’azienda testerà un programma la prossima primavera a Bentonville, arkansas. Walmart sta collaborando con HomeValet per fornire una “smart box” connessa a Internet of Things.

Il contenitore, installato nella proprietà del cliente, avrà scomparti separati per articoli non refrigerati, refrigerati e congelati. Bloccato e con accesso limitato al proprietario della casa e al personale di consegna, offre al rivenditore un mezzo senza soluzione di continuità per accettare ordini e pianificare consegne per comodità del consumatore.

Walmart sta anche unendo Cruise in un esperimento per fornire consegne senza contatto ai clienti a Scottsdale, in Arizona. Il management spera che questa partnership migliorerà il programma Express Delivery, Walmart+, lanciato lo scorso anno. Express Delivery è attualmente offerto in 2.800 negozi Walmart negli Stati Uniti.

Sebbene la direzione non abbia rilasciato i numeri di abbonamento sull’ultima chiamata agli utili, uno studio di Piplsay Research stima che l’11% degli americani si sia iscritto a Walmart + entro due settimane dal suo debutto. Esaminare i due grafici seguenti per valutare l’impatto completo di questo sviluppo.

fonte

Fonte:Piplsay

Vedo le statistiche di cui sopra come un importante positivo per il titolo che avanza.

Walmart+ offre check-out accelerato, spedizione gratuita il giorno successivo o due giorni su tutti gli ordini ad eccezione della spesa, che richiede un ordine minimo di $ 35 e sconti sul gas.

Lavorando tramite FedEx(FDX), gli abbonati hanno anche resi gratuiti.

Bersaglio ha colpito l’occhio del toro

La tesi di investimento per Target non riguarda i piani futuri, ma più il modo in cui si sono giocati i piani passati.

Sì, l’azienda ha alcune iniziative in cantiere. Uno è un accordo con Ulta Beauty(ULTA)per creare concept store “shop-in-shop” in 100 sedi Target. Con circa 1.000 piedi quadrati di spazio commerciale, misureranno circa un decimo delle dimensioni dei negozi Ulta autonomi.

Si prevede che saranno in vigore entro la seconda metà del 2021.

Un altro sviluppo recente è una partnership esclusiva con Levi Strauss(LEVI). Conosciuto come il programma Levi’s for Target, fornirà una collezione in edizione limitata di merce come trapunte aa disparate, cuscini, stoviglie, forniture per animali domestici e abbigliamento. La merce sarà offerta per un periodo limitato a partire da questo autunno.

Questa mossa si adatta bene alla capacità di Target di guidare le vendite con i suoi marchi di private label. La società ha ora 10 marchi Target con $ 1 miliardo o più di vendite, con quattro di quei marchi che superano $ 2 miliardi.

Tuttavia, dove Target eccelle davvero è nella capacità dell’azienda di sposare esperienze di shopping in negozio e online. Con il suo investimento in Shipt e centri logistici in giornata, che includono drive-up, ritiro degli ordini e consegna in giornata, il rivenditore ha raggiunto un accordo con la sua base di clienti.

Il CEO di Target ha dichiarato che il costo dell’esecuzione degli ordini online diminuisce del 90% quando i clienti utilizzano lo shopping e il ritiro in giornata dai negozi locali.

fonte

Secondo target management,nel terzo trimestre, oltre la metà dei pacchi spediti dall’azienda e il 75% delle vendite digitali sono stati soddisfatti dai suoi negozi

Complessivamente, le nostre vendite digitali del terzo trimestre sono cresciute di oltre 2 miliardi di dollari rispetto allo scorso anno. Per prospettiva, $ 2 miliardi sono più delle vendite digitali totali della nostra azienda per l’intero anno nel 2014.

John Mulligan, COO, Bersaglio

La forza del bersaglio in quest’arena si riflette in Shipt. Acquisito nel 2017 per $ 550 milioni, il servizio di consegna è ora valutato $ 14 miliardi. Shipt è più di un servizio interno, in quanto ora fornisce consegne per oltre 100 rivenditori nazionali e regionali, tra cui costco(COST),Kroger(KR)eCVS (CVS)farmacie.

Si consideri questo, tra i primi tre trimestri del 2014 e lo stesso periodo di quest’anno, il tasso di crescita annuale composto delle vendite digitali di Target è stato del 45%.

Target vs Walmart: qual è un acquisto migliore?

Mentre entrambe le società possiedono un debito investment grade, il debito Walmart è nella gamma AA, Target è nell’unica gamma A. Questo colloca il debito di Walmart nella gamma high grade e target nell’intervallo Upper Medium Grade. Entrambe le aziende possiedono circa l’85% dei loro negozi nazionali.

In alcuni altri casi, WMT possiede i negozi al dettaglio, ma affitta il terreno.

Argus stima il debito di Walmart nei mesi di fine terzo trimestre 2021 a 1,9X e quello di Target a 2,0.

Entrambe le aziende presentano profili di debito molto forti, in particolare per i rivenditori. Il fatto che le aziende possiedano la maggior parte delle loro proprietà è un evidente vantaggio competitivo.

Vantaggio: WMT

Mentre tipo queste parole, le azioni WMT vendono per $ 144.47. L’obiettivo medio dei prezzi a 12 mesi dei 15 analisti che classificano il titolo dall’ultimo rapporto trimestrale è di $ 164,13.

Le azioni TGT vengono venduti per $ 191,43. L’obiettivo medio dei prezzi a 12 mesi degli 8 analisti che classificano il titolo dall’ultimo rapporto trimestrale è di $ 205,87.

Vantaggio WMT

WMT ha un PE corrente di 20,79, un PE avanti di 25,04 e un PEG di 3,00

L’attuale PE di Target è di 25,24, con un PE avanti di 21,87 e un PEG di 1,84.

Vantaggio TGT

Il grafico seguente fornisce tassi di crescita utilizzando cinque metriche. Ho ottenuto i dati da Seeking Alpha’s Premium Service. La definizione dei set di dati è la seguente:

“Il tasso di crescita a termine è un tasso di crescita annuo composto dalle entrate dell’anno fiscale (FY-1) completate più di recente alle stime dei ricavi di consenso degli analisti per due anni fiscali a termine (FY2).”

Fonte:Data Seeking Alpha/ Chart by Author

Vantaggio TGT, con un ampio margine.

Ogni volta che sviluppo un interesse per un titolo, il mio primo passo è rivedere Seeking Alpha’s Factor Grades.

I gradi fattori per WMT: Valore B- Crescita C- Redditività A+

I gradi fattori TGT: Valore C+ Crescita C Redditività A+

Confronto quindi il punteggio di valutazione con un sistema di rating che ho sviluppato nel corso di diversi anni. Il mio sistema attribuisce un valore numerico a una varietà di metriche. Utilizzerò un sistema di classificazione per i risultati simile a Factor Grades per aiutare i lettori a comprendere i risultati del sistema.

WMT ha ricevuto un B- dal mio sistema, TGT a C-.

Vantaggio WMT.

Walmart è un rivenditore migliore dell’obiettivo?

È comune descrivere Target e Walmart come concorrenti diretti. Mentre le aziende hanno evidenti somiglianze, infatti, i due rivenditori si appellano a diversi gruppi demografici.

I dati che seguono provengono dall’analista PYMNTS.com e Stifel Mark Astrachan, tramite Barron’s.

Mentre la maggior parte degli acquirenti per entrambi i negozi sono donne (WMT >50 percento), gli acquirenti di base di Target sono dal 60% al 63% femminile.

Dal 58% al 62% degli acquirenti target ha tra i 18 e i 44 anni. Gli acquirenti che rientrano in quella fascia d’età rappresentano il 48% dei clienti Walmart.

Solo il 12% dei clienti target ha 65 anni o più. La percentuale più bassa di tutti i dettaglianti studiati.

Gli acquirenti di età compresa tra i 25 e i 34 anni che frequentano Target sono più ricchi di quelli che fanno shopping nei negozi della concorrenza. Il loro reddito medio è di $ 65,000, circa $ 12,000 sopra quelli che fanno acquisti presso rivenditori rivali.

Tra coloro che fanno oltre $ 100,000 all’anno, Target guida altri rivenditori con un ampio margine.

Coloro che fanno più di $ 50,000 all’anno costituiscono oltre il 60% degli acquirenti di Target. Al contrario, solo 45& dei clienti di Walmart guadagnano tale somma.

Gli acquirenti target hanno il 40% in più di probabilità di optare per opzioni di servizio in giornata rispetto ai consumatori che favoriscono altri rivenditori. Ciò si confronta con il 38% per gli acquirenti Walmart e il 36% per gli altri rivenditori. Questa preferenza porta a un aumento delle vendite di negozi comparabili.

Mentre gran parte dei dati è favorevole per Target, c’è un avvertimento: le coorti demografiche descritte corrispondono a quelle di Amazon.

La risposta alla domanda posta è, purtroppo, che dipende. In effetti, i due dettaglianti si appellano a consumatori diversi. Si può argomentare in modo ragionevole che ognuno ha i propri punti di forza e di debolezza.

Target vs Walmart: qual è la scelta degli investitori di dividendi?

In qualità di dividend growth investor, la crescita dei rendimenti e dei dividendi è per me di interesse primario.

Rendimento WMT: 1,50% Tasso di crescita quinquenquenquen: 2,0%

TGT Yield: 1,43% Tasso di crescita quinquenquenquen: 6,5%

Target ha un rapporto di pagamento leggermente inferiore al 30%. Il rapporto di pagamento di Walmart è di quasi il 39%.

Mentre entrambe le società hanno dividendi sicuri, il payout ratio di Target e il tasso di crescita quinquen anni indicano che Target è probabilmente la scelta migliore per gli investitori in crescita dei dividendi.

Usando la regola dei settantadue, ci ranno circa 11 anni perché il dividendo di Target raddoppi. Ci saranno quasi quattro decenni prima che gli investitori Walmart vedano raddoppiare il dividendo, supponendo che gli attuali tassi di crescita continuino.

La mia prospettiva

Sebbene gli ultimi tre quarti di Walmart siano stati più che solidi, quello di Target può essere giustamente descritto come spettacolare. È ragionevole affermare che il team di gestione di Target è esemplare.

Mentre Target ha registrato una grande crescita nell’e-commerce, come secondo più grande rivenditore di e-commerce, Walmart è ancora in testa con un ampio margine.

Inoltre, mentre Walmart ha raccolto $ 10.3 miliardi nelle vendite di e-commerce negli Stati Uniti, ciò rappresenta una piccola frazione dei ricavi totali dell’azienda.

Mentre le operazioni delle due società spesso si sovrappongono, ognuna ha un forte fascino per una diversa demografia. Inoltre, oltre la metà delle vendite di Walmart proviene dal suo segmento alimentare. La spesa guida il traffico pedonale per le altre offerte di Walmart in misura molto maggiore rispetto alla sezione di alimentari relativamente modesta di Target.

Questo mi porta a una differenza importante tra i due rivali.

In media, Target ha 30 milioni di clienti che camminano attraverso le sue porte ogni settimana. Walmart ha 150 milioni di consumatori in negozio e altri 115 milioni di clienti online ogni settimana.

Le dimensioni di Walmart forniscono a quell’azienda un fossato. Ciò deriva dalla sua capacità di utilizzare la bilancia per contenere i costi e sfruttare le relazioni con i fornitori, fornendo così al rivenditore un vantaggio di prezzo inattaccabile rispetto ai concorrenti.

Mentre Target ha un forte fascino per un’ampia varietà di consumatori, non c’è alcun vantaggio tangibile e duraturo che posso discernere nelle offerte dell’azienda.

Considerando le metriche di crescita che ho fornito in questo articolo, credo che le azioni Target sovraperformeranno quella di Walmart nel breve-medio termine. Tuttavia, per l’investitore contrario al rischio, Walmart è probabilmente l’investimento migliore.

Anche se credo che entrambe le aziende sperimenteranno benefici a lungo termine da parte dei consumatori che affollano i loro negozi durante la pandemia, sono del parere che molte torneranno alle loro precedenti abitudini di acquisto una volta tornati alla normalità.

Considero anche entrambe le società come scambiate a valutazioni ricche.

Walmart ha un PE in avanti superiore di oltre 4 punti rispetto all’attuale PE. L’attuale PE di Target di 25,4 è ben al di sopra della sua media quinquen anni di 15,2.

Di conseguenza, annoto entrambe le azioni come HOLD.
— Leggi tutto l’articolo in lingua originale su seekingalpha.com/article/4406528-target-vs-walmart-which-is-the-better-investment

👍 Rendimento del 38% fisso

👍 Rendimento del 38% fisso